MANUTENZIONE MACCHINE

Home / Portfolio / MANUTENZIONE MACCHINE

MANUTENZIONE DELLE MACCHINE UTENSILI:secondo la legge

Manutenzione delle macchine utensili: La legge impone al datore di lavoro di mettere a disposizione dei lavoratori solamente attrezzature di lavoro in possesso degli specifici requisiti di sicurezza previsti dalla normativa. (Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81, articolo 70 comma 1).Per garantire la permanenza nel tempo dei suddetti requisiti, il datore di lavoro deve far si che le attrezzature siano oggetto di idonea manutenzione. (art. 71 comma 4 lettera a) punto 2 del citato Decreto 81/2008). Quindi, in generale, tutte le attrezzature devono essere soggette a controlli e manutenzione secondo programmi stabiliti dal datore di lavoro (prescrizioni ribadite anche negli articoli 64, 80 e 86 del Decreto 81/2008) .Queste attività devono essere esplicitate nel Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) o in altra documentazione.

 

Cosa si intende per controllo e manutenzione?

Gli interventi da effettuare su un’attrezzatura di lavoro al fine di garantirne nel tempo il mantenimento dei requisiti di sicurezza, possono sostanzialmente dividersi in:

1) Manutenzione Ordinaria

Le parti del macchinario il cui guasto può costituire un pericolo per i lavoratori, vengono sottoposti, con cadenza prestabilita, a controlli o interventi manutentivi in modo da prevenirne il guasto che può causare un incidente o un infortunio.  E’ utile, per ridurre la probabilità di accadimento di un infortunio, e anche per garantire il corretto funzionamento del macchinario nel tempo. Si riducono quindi i tempi di fermo.
Nella manutenzione ordinaria si svolge attività di controllo periodico sui macchinari. Si interviene preventivamente per evitare situazioni che compromettano il corretto funzionamento delle macchine: sostituzione di pezzi usurati, lubrifica ingranaggi, motori, pompe e sistemi di movimentazione meccanici, cambia gli utensili logorati, calibra gli strumenti, rimpiazza filtri, ingranaggi, valvole, tubature e cavi.

Per aiutare al cliente nel suo LAVORO è PREVISTO UN TIPO SPECIALE DI CONTRATTO:

  • Manutenzione programmata:

segue un calendario stabilito a priori, che solitamente viene predisposto dal responsabile della manutenzione. si individuano i periodi dell’anno in cui è più conveniente fermare le macchine per realizzare la manutenzione ordinaria.

Nel gestire la manutenzione programmata, ci si coordina con la dita per concordare l’eventuale interruzione del ciclo di produzione, necessaria per svolgere le attività di manutenzione.

 

2) Manutenzione Straordinaria

Sono interventi non previsti, effettuati  in seguito ad un guasto, anomalia o rottura.

Nel caso di guasto improvviso: si individuano le cause del problema . Si scelgono le procedure più indicate per risolverlo e così rimettere in funzione il macchinario. Se necessario, smontare l’impianto, rimuove i componenti guasti, sostituzione o riparazione. Dopo, effettuiamo verifiche di conformità e test di collaudo per controllarne l’effettivo funzionamento.

Per le operazioni di manutenzione straordinaria vi assicuriamo una grande rapidità di intervento, per farvi riprendere il prima possibile l’attività della vostra macchina.

SCOPRI DI PIU’

 

 

 

 

This entry was posted in . Bookmark the permalink.
EnglishFrenchGermanItalian